TUFILLA FEST

12510445_802976556514998_3010379500893553970_n
Tufilla Fest: un mese di spettacoli, musica e buona cucina.

Genesi

Pur avendo la sede all’interno del chiostro di Sant’Antonio Abate il sestiere di Porta Tufilla, alla metà degli anni ’90, non era molto frequentato. In sede ci si andava per lavorare sulle attrezzature, per disporre il corteo e consegnare i costumi ma la partecipazione popolare, banchetto medievale a parte, scarseggiava.
Che fare? “Se la gente non viene, andiamo noi tra la gente!” ed allora nasce il Tufillafest che avrà, per diversi anni, Piazza Diaz come location animata, nelle calde giornate estive, dal pomeriggio fino a notte fonda. Si affittano capannoni, palchi, si trovano panche e sedie e, per quindici giorni il sestiere si sposta e vive nella piazza dove tutti passano e si rivelerà l’occasione migliore pee far conoscere il sestiere.
Si allestisce la cucina da campo, si fanno i contratti con Enel e acquedotto, si chiedono tutti i permessi necessari e la kermesse parte: il pomeriggio è dedicato ai più piccoli con giochi e merenda organizzati nella piazza, poi si levano i profumi delle pietanze e degli spiedi ed è ora di fare cena mentre sul palco si esibiscono cabarettisti e musicisti ma non mancano lotterie e giochi popolari.
Ogni sera era un viavai di persone e in un paio di occasioni la cucina rimase sprovvista di vivande. Accadde una sera in cui al Del Duca si giocò il triangolare Milan – Perugia – Ascoli. Al termine della partita centinaia di tifosi si riversarono in Piazza Diaz per mangiare ma anche perché sul palco si esibivano le “Oba Oba Girls” ballerine brasiliane di samba. Alcuni negozi furono fatti riaprire per avere le materie prime da cucinare e tutto finì in gloria.
Sul palco di Piazza Diaz si esibirono anche i due stralunati comici milanesi Maurizio Milani e Antonio Cornacchione. Ancora non erano famosi e Zelig in tv non c’era.

Tufilla Fest oggi

Con il passare del tempo il Tufilla Fest è diventato un contenitore di eventi che si protaggono dalla prima settimana di luglio alla prima di agosto e che vede esibirsi al Chiostro che è teatro della Kermesse gruppi musicali ed artisti vari. Ogni sera uno spettacolo nuovo o della musica diversa oltre naturalmente alla possibilità di gustare le prelibatezze della nostra cucina. Sono inoltre appuntamenti fissi ormai del Tufilla Fest (ed irrinunciabilii per qualsiasi tufillante) le cene propiziatorie, il banchetto medioevale e la cena sul ponte che si conclude con la realizzazione del disegno propiziatorio.

geta21_footer

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi